Kurumuny 2017

La 16ª edizione della festa del 1º Maggio a Kurumuny, che si celebra ogni anno nelle campagne di Martano, sostiene la protesta pacifica contro la realizzazione del gasdotto che approderà a San Foca.

Kurumuny è prima di ogni cosa un suggestivo paesaggio salentino, sito nelle campagne di Martano (LE), che, attraverso i suoi alberi secolari, racconta le storie, le sofferenze e i momenti di festa di un'antica umanità. Il progetto iniziale è di restituire a questo arcano e fascinoso posto una "nuova vita", grazie all' impegno e alla passione dei suoi piu' giovani abitanti. E l'occasione più propizia per inaugurare questa rinascita non puo' essere che l'anniversario del 1° maggio, momento di ricordi, riflessione, celebrazione, ma soprattutto di festa. Così puntualmente ogni anno, kurumuny diventa lo scenario d'incontro di circa 500 persone di ogni generazione che insieme ballano, cantano, mangiano e godono la frescura degli allori.

Kurumuny si propone di conservare e trasmettere i suoi "saperi" anche attraverso una raccolta scritta che, nel dicembre 2001, nasce con l'omonimo titolo e con il seguente sottotitolo: "rivista di umanità varia". Le finalità del lavoro editoriale consistono nel dare voce e volto a chi non ne aveva mai avuti (poeti contadini, cantori, artisti vari, giovani), e nell’accettare anche i preziosi interventi dei primi autorevoli antropologi e ricercatori del meridione, come Ernesto de Martino ed Annabella Rossi, nonchè delle riflessioni e degli scritti di importanti autori locali come Antonio L. Verri, Carmelo Bene, Aldo De Jaco.

Scoprendo e svelando tutti i segreti e le malie di questa terra magica ed ancestrale, compreso il fenomeno del tarantismo in tutte le sue sfaccettature, kurumuny propone un repertorio eterogeneo ed inedito di studi, racconti, poesie, ricordi, aneddoti e foto, arricchito dalle voci, dai suoni e dai canti dei veri portatori della musica salentina.

 

 

Tags: Salento, Pizzica, Musica, Kurumuny

Seguimi

Sei un tipo social? Ora puoi facilmente trovarmi sui maggiori social network e iniziare a seguirmi.

Il Grand Canyon